FIAT RITMO CLUB ITALIA

Forum dedicato alla nostra amata Fiat Ritmo


    AVVISO AI NAVIGANTI.

    Condividi
    avatar
    Marco
    Admin

    Messaggi : 141
    Data d'iscrizione : 19.08.18
    Età : 46
    Località : Pavia

    AVVISO AI NAVIGANTI.

    Messaggio Da Marco il Gio Ago 23, 2018 1:45 am

    MessaggioInviato: 21 Mar 2012 02:06 pm Oggetto: AVVISO AI NAVIGANTI. Rispondi citando Modifica/Cancella messaggio Cancella messaggio Mostra indirizzo IP
    Caro utente, gentile visitatore,

    Siamo costretti dalle circostanze a mettere i puntini su alcune i e a chiederti la cortesia di perdere qualche minuto a leggere queste righe prima di muoverti ancora nel nostro forum.

    Lo facciamo a denti stretti e dandoti del tu, come si fa con gli amici prima che con i delinquenti, e solo per il rispetto che si deve alle persone in carne e ossa prima che a un avatar, che alla fin fine ha senso solo se deve essere mezzo e non fine ultimo di una relazione prima di tutto umana, come quelle che intercorrono tra le nostre pagine, e di cui mai smetteremo di andare fieri.

    Fieri perché tutto quello che vedi è frutto della volontà di persone, di una passione che viene dall'anima di quelle che ci hanno creduto, che si sono dedicate a tirare su qualcosa che è il prodotto di relazioni umane e non viceversa.

    Qualcosa che è mezzo di comunicazione e non fine ultimo dell'iniziativa.

    Qualcosa che però, come tutto ciò che dall'umana volontà dipende, non può non avere riflessi e conseguenze su ciò che c'è intorno.
    E ciò indipendentemente dalle migliori intenzioni con cui in questo mondo tutti ci muoviamo: perché non siamo soli.

    Questo senza bisogno di scomodare i grandi principi di cui tutti si riempiono la bocca con troppa leggerezza, inflazionando, svilendo e mercificando miseramente qualcosa di sacro ed intoccabile come quella libertà di cui negli ultimi vent'anni i demoni di destra e di sinistra, di sopra e di sotto, di dentro e di fuori senza alcuna distinzione, hanno approfittato per far passare nel mondo il falso concetto che tutto è e deve essere di tutti, e chiunque può fare ciò che gli pare.

    Non è così: la libertà di ognuno di noi finisce dove comincia quella degli altri, e sarebbe bello tenersi a distanza di sicurezza da quel confine.

    Per questo ci siamo sempre mossi cercando di non correre troppo, di non invadere le corsie degli altri, di non strombazzare a destra e a manca disturbando chi ci sta intorno, di non fare manovre vietate o pericolose, di non passare col rosso, di non andare oltre i limiti, anche nostri: sappiamo bene cos'è una Ritmo e fin dove si può spingere, e quello che con lei proprio non si può fare.

    O che non si vuole fare: business, per esempio.
    Non ha senso cercare oggi di lucrare su una macchina che abbiamo conservato in trenta negli ultimi vent'anni e solo perché ce l'aveva nostro padre o nostro nonno, tirandoci non solo ieri ma ancora oggi anche qualche presa in giro per la sua estrazione popolare o anche solo per il suo cognome tutt'altro che nobile.

    Come non ha senso che per incanto comincino a fioccare dall'alto le prescrizioni sulla conservazione di una memoria storica di cui siamo a tutt'oggi una manciata di custodi a cui finora non è stato regalato alcunché, ma piuttosto solo chiesto e ancora chiesto.

    In questo mondo già parecchio affollato e gerarchizzato noi ci siamo proposti come luogo di spontanea aggregazione tra simili, perché ci siamo riconosciuti prima di "costituirci".
    E ci siamo riconosciuti tra pari come pari: non ci ha mai premuto essere i migliori, né i primi, né gli unici.

    Naturalmente non tutti i fatti che si verificano intorno a noi dipendono da noi: la volontà umana è il principale fattore dell'umano divenire, della vita, ed ognuno di noi può rispondere solo della propria.
    Laddove la nostra volontà cessa non è detto che non ce ne sia una altrui che fa il suo corso, ed è del tutto indipendente dalla nostra.

    Per questo può capitare di compiere una azione calcolando alcune conseguenze salvo poi fare i conti con altre, più o meno prevedibili, più o meno imponderabili.

    Non è colpa di nessuno, il mondo è fatto di volontà umane e questo può talvolta portare a dei problemi, alla necessità di prendere decisioni, di fare delle scelte; l'importante è che ognuno sia pronto a prendersi le conseguenze delle proprie.

    L'importante, quando si fa una domanda, è essere predisposti ad ascoltare una risposta.
    Che potrebbe anche non piacere: la vita è così.

    Allora noi siamo molto contenti della piega che ha preso questa nostra piccola realtà, siamo soddisfatti di quello che siamo riusciti a fare, del bagaglio che siamo riusciti a mettere insieme negli anni con il contributo di tutti coloro che si sono adoperati per amore di questo balocco che abbiamo in comune.

    E ci compiaciamo anche di come siamo riusciti a far fronte alle grandi e piccole disgrazie che di tanto in tanto ci si presentano davanti.

    Ma siccome purtroppo, come detto, non tutto ciò che avviene nella nostra orbita è conseguenza della nostra volontà, anche se non ci piace dobbiamo mettere dei limiti a volontà estranee alla nostra che passano il segno invadendone l'ambito.

    Per questo tu sei innanzitutto il benvenuto, chiunque tu sia e anche se non hai una Ritmo e ne sei solo curioso.
    Sei il benvenuto se hai bisogno di aiuto: chiedi e ti sarà dato; è così semplice!
    Sei il benvenuto se ti piace leggere ma sei timido a scrivere: non è vietato!
    Sei il benvenuto anche se non sei un monomaniaco come molti di noi e ne vuoi solo vendere una, e ti ringraziamo se ce la proponi tra queste pagine prima di darla in pasto al web: è un bel pensiero!
    Sei il benvenuto se ci racconti che ti servono i manuali: sono i furbi che non ci piacciono.
    Sei il benvenuto se ci proponi una Ritmo in vendita, ma se lo vuoi fare tra noi devi sapere che noi siamo qua per mantenere viva una memoria storica, e se tu ammazzi il mercato con prezzi da Bugatti non ci aiuti nella nostra missione.
    E neanche nella tua.

    Ecco, questa è la nostra volontà.

    E se per mantenere la rotta di tanto in tanto capita di dover accompagnare alla porta chi rubacchia tra le corsie o chi cerca di prenderci per scemi sulla porta di casa nostra, sappi che non ci divertiamo per niente. Mai.

    Allora, in questo mondo in cui se ti metti le telecamere dentro casa violi la privacy dei ladri che entrano, ci resta giusto la nostra famosa volontà: almeno in questo nostro spazio siamo liberi, questa volta sì, liberi, di scegliere i simpatici e bollare gli antipatici, di offrire da bere a chi ci pare ed invitare a prendere la porta chi si comporta male.

    E le scelte sono sempre impegnative, come i cambiamenti: se non lo fossero non sarebbero tali.

    Speriamo di non dover mai arrivare a deputare una parte del sito ad unico spazio pubblico e restringere drasticamente l'accessibilità al forum, perché non ci è mai piaciuto dover schedare documenti alla mano l'aspirante adepto prima di ammetterlo a corte: noi lavoreremo con unghie e con denti per non essere mai costretti a farlo, perché i numeri chiusi non ci sono mai piaciuti e i forum riservati ai soli utenti registrati fanno passare anche a noi la voglia di partecipare perché controsenso, essendo un forum per natura luogo di confronto aperto a tutti e libero da vincoli.

    Però tu, caro amico, utente, ospite, visitatore o quel che sei in questo momento, che è comunque una fase della vita, virtuale, impalpabile, disimpegnata, ma pur sempre una fase della vita tua quanto nostra, aiutaci con la tua limpidezza a tenere sempre pulito questo nostro spazio e a farlo sempre più bello.

    Siamo sicuri che anche tu ne sarai contento.


    _________________
    Marco
    La Ritmo e'nel mio cuore tongue

      La data/ora di oggi è Gio Gen 17, 2019 10:02 pm